La Speranza di Enrico Garozzo

Le giornate si fanno sempre più intense per gli azzurri, lasciando tutti con il fiato sospeso!

Enrico Garozzo nella spada maschile (fratello della medaglia d’oro Daniele nel fioretto). sfida passando il turno agli ottavi, il coreano Jung e lo batte per 15-11. Paolo Pizzo è in pedana per l’esordio nella stessa disciplina contro il suo avversario Max Heiner, dalla Svizzera, ma perde.
Grande delusione per Marco Fichera, che si gioca tutto nel terzo parziale (partendo dallo 0 – 0), ma perde 15 – 8 dal giapponese Minobe nella spada maschile. Torna in pedana Enrico Garozzo: agli ottavi della spada maschile l’azzurro sfida il coreano Park, ma perde per 15 – 12. Per i colori azzurri la giornata di scherma termina qui.

Nel canottaggio la coppia Abbagnale e Di Costanzo è in finale. I due azzurri si sono classificati primi nella propria batteria precedendo Australia e Francia!
Sempre nel canottaggio, anche il doppio maschile Fossi Battisti, si qualifica in semifinale dietro la Lituania e precedendo la Francia; nel quattro senza del canottaggio davanti alla Francia e alla Nuova Zelanda si qualificano invece gli azzurri: Oppo, Goretti, La Padula e Ruta.

Giornata italiana lunga per il Judo…
Matteo Marconcini categoria 81 chilogrammi, batte all’esordio per immobilizzazione il filippino Nakano.
Nel judo femminile categoria 63 chilogrammi, Edwige Gwend sconfigge con un ippon e passando agli ottavi, la sua avversaria svedese Hermansson.
Matteo Marconcini batte anche l’atleta belga Bottieau e si ritrova sul tatami per gli ottavi finale contro il moldavo Domenica. Non c’è storia! L’italiano mette a segno un altro ippon vincendo al “golden score” e passando ai quarti!
Edwige Gwend è invece eliminata al passaggio per gli ottavi, dalla fortissima slovena Trstenjak, che le si impone per 2 shido.
È ancora il momento di Marconcini, questa volta contro il georgiano Tchhrikishvili, dal quale viene sconfitto.
L’azzurro prosegue la propria gara nel tabellone di ripescaggio, iniziando la finale per il bronzo. Purtroppo viene sconfitto da Sergiu Toma, atleta degli Emirati Arabi, con un ippon… dicendo addio al sogno di una medaglia. L’oro va al russo Khasan Khalmurzaev.

Nel pugilato tocca a Carmine Tommasone (pesi leggeri 60 kg), che affronta il campione Lazaro Alvarez. Nonostante un coraggioso terzo round, Carmine Tommasone viene eliminato nel pugilato dal cubano.

Esordio vincente per il Setterosa nella pallanuoto femminile: battuto il Brasile 9 – 3.

Nell’equitazione Pietro Roman accede alla finale individuale in sella a Barraduff (24esimo, 82.20 punti); termina invece la gara di Arianna Schivo, 34° posto e Luca Roman, 40° posto.

Vittoria per la coppia MenegattiGiombini, che nel beach volley battono nettamente le egiziane MeawadElghobashy 2 set a zero (21-10, 21-13)

Nel nuoto dei 100 stile libero maschile, Luca Dotto centra la semifinale dei 100 stile libero con il decimo tempo; subito eliminato Filippo Magnini.
Peccato per il nuoto femminile. Federica Pellegrini infatti sfiora il bronzo nella finale dei 200 metri stile libero. L’oro va all’americana Katie Ledecky, che si impone con 1’53”73 davanti alla svedese Sarah Sjöström (1’54”08) e all’australiana Emma McKeon (1’54”92).

Si chiudono le batterie dei 200 farfalla donne; a centrare la semifinale è Alessia Polieri con il tempo di 2’08″95 (15° posto); peccato per Stefania Pirozzi, prima delle escluse.
Nelle batterie dei 200 rana uomini, Luca Pizzini ottiene il quinto tempo nella propria batteria la qualificazione in semifinale.
Subito in acqua la staffetta 4×200 maschile italiana. Mitchell D’Arrigo primo frazionista, chiuderà Gabriele Detti. Un’ottima prova per la 4×200 azzurra che chiude terza nella propria batteria, dietro agli Stati Uniti. Il tempo dell’Italia è di 7’09″20 e potrebbe bastare per l’accesso in finale.

L’Italia della 4×200 nuoto femminile è fuori. Velocissima la seconda batteria, dominata da Gran Bretagna e Russia.
Finisce qui il torneo olimpico di Sara Errani, sconfitta dalla russa Kasatkina, che vola ai quarti di finale.

Grande Italia nel volley maschile contro gli Stati Uniti (28-26)! A consegnare il parziale agli azzurri è la pestata sui tre metri di Russell. Grande equilibrio in campo. Italia cinica.

Nel windsurf femminile (RS:X), Flavia Tartaglini dopo 6 regate è in testa alla classifica generale. L’azzurra si candida alla medaglia d’oro.

Nel tennis, Rafael Nadal ha battuto Andreas Seppi per 2 set a zero. Si chiude qui il torneo dell’azzurro.
Fognini avanti! L’azzurro del tennis supera il turno nel torneo maschile battendo 2 set a 1 il francese Benoit Paire.

La gara della piattaforma sincro femminile viene vinta dalla Cina con la coppia Chen RuolinLiu Huixia (354 punti). Argento alla Malesia (344.34 punti), bronzo per il Canada (336.18) che approfitta dell’errore della Corea del Nord all’ultimo tuffo.

  • myfacemood - La Delusione di Federica Pellegrini
    myfacemood - La Delusione di Federica Pellegrini

Contattaci

Per qualsiasi domanda o informazione scrivici, risponderemo nel più breve tempo possibile.

Sending

2018 © Myfacemood Social Network Italiano | Realizzato da  Hogueraweb

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account