Myfacemood - I lupi, come noi umani, riconoscono il fair play!

Una delle caratteristiche che contraddistingue la specie umana è il senso del fair play…

Bhè, non sempre! Però capita molto spesso almeno di sentirne parlare!

In questi giorni, una ricerca condotta sui cani e sui lupi dal dottor Jennifer Essler dell’Università di Medicina Veterinaria di Vienna, ha dimostrato che entrambi risentono, a livello comportamentale, quando ricevono un’ingiustizia rispetto ad altri membri del loro gruppo.

Se ad un cane veniva dato un premio più consistente rispetto ad un altro membro dello stesso gruppo a parità di compiti svolti, quest’ultimo si demoralizzava completamente manifestando un’ avversione verso l’ingiustizia subita!

Gli studiosi hanno ritenuto inizialmente che questo fosse un comportamento appreso direttamente dagli umani…
Ma le cose non sono cambiate quando gli stessi test sono stati fatti anche sui lupi, ben lontani dalle nostre abitudini!

“Ciò che ha portato  ad essere sensibili verso una condizione decisamente sfavorevole, ha svolto un ruolo importante nell’evoluzione della cooperazione tra gli esseri umani. In sostanza è stato appreso in fretta di terminare la cooperazione con chi ci tratta ingiustamente, comportamento che si trovava anche nei primati non umani!”, dice Jennifer Essler.

Gli scienziati hanno fatto questi test su dei branchi di cani e di lupi, collocandoli separatamente per specie in delle gabbie dotate di un apparato chiamato buzzer.
Quando il cane o il lupo premevano con la zampa il buzzer, ottenevano una ricompensa, mentre altre volte veniva data anche a chi non lo premeva!
La scoperta è stata che non appena uno dei membri del branco otteneva un trattamento diverso e migliore anche se non aveva fatto nulla, gli altri si rifiutavano di eseguire l’esercizio.

“Per alcuni di loro è stata una risposta davvero molto veloce e forte. Uno dei lupi ha smesso di eseguire il compito dopo la terza volta che non riceveva nulla, rispetto al suo compagno che riceveva un premio. Era così frustrato che ha anche rotto il buzzer!“, aggiunge la Essler.

Il fatto che questo comportamento di insofferenza all’ingiustizia sia stato trovato sia nei lupi che nei cani, ha aiutato a ribaltare l’idea che questi ultimi avessero imparato il concetto inquanto addomesticati.
Gli esperimenti hanno suggerito invece che il comportamento è stato probabilmente ereditato da un antenato comune a entrambe le specie.

Contattaci

Per qualsiasi domanda o informazione scrivici, risponderemo nel più breve tempo possibile.

Sending

2018 © Myfacemood Social Network Italiano | Realizzato da  Hogueraweb

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account