Battle of the Nations Italia

Le Battaglie Sportive Medioevali, sono sport che hanno assunto dimensioni notevoli seppure in Italia e sul web si trovino ancora pochissime notizie.

Credo che buona parte dei non più giovanissimi si ricorderanno delle epiche battaglie con spade di legno e improvvisate clavi, archi fatti con fuscelli e innocue frecce di morbido legno per i più primitivi; i ragazzi più moderni dell’epoca disponevano dei primi archi in plastica con delle ventose sulle frecce e di spade che imitavano alla perfezione le antiche spade medioevali…

Oggi abbiamo le più note Battle of the Nations, sport che ricalca gesta e combattimenti in stile medievale trasformati in uno sport internazionale abbastanza cruento e non certo adatto a tutti!
Si, proprio stile Game of Thrones, cambiano i regolamenti che in questo sport sono decisamente più rigidi.

In questo caso e come possiamo vedere dal video, se le danno di santa ragione…

Qui il sito web ufficiale: //botn.info/en/

Per capire meglio in cosa consistono le battaglie medioevali e lo spirito del Battle of the Nations, vi riportiamo l’intervento di Luca De Sensi in un forum tematico.

Ciao a tutti.. quest’anno io parteciperò al BotN nella categoria 1vs1 e altri 5 della mia compagnia parteciperanno al 5vs5. È tutto l’anno che ci alleniamo e credo di poter rispondere alle vostre domande.
L’1vs1 è un torneo a punti che si svolge utilizzando 3 armi: spada a due mani, spada e brocchiero, spada e scudo. nel primo round e nel terzo si combatte per 90 sec e vince chi totalizza il maggior numero di punti e contano solo i colpi netti e puliti, dati con forza; il secondo round invece si svolge in 3 assalti in cui vince chi per primo totalizza 3 punti, se vinci due assalti il terzo non si fa nemmeno.
Il 5vs5 invece è un torneo ad abbattimento, sembrerà strano ma ci sono fonti che citano questi tipi di tornei tra XIV e XV sec, e in pratica vince lo schieramento in cui almeno un uomo resta in piedi. è vero che le armi sono anche di impiccio a volte, ma vi assicuro che in certi casi veramente c’è gente che va a terra perchè abbattuta! Tra l’altro il regolamento dice che se perdi l’arma non puoi più combattere finché non la recuperi.
Le armi in asta vengono usate eccome, di solito c’è almeno una persona per ogni team con arma in asta + 2/3 uomini “pesanti” e 1/2 runner che anno il compito di abbattere gli avversari caricandoli, questi ultimi solitamente sono veloci e di piccola stazza (non devono farsi prendere); poi ogni team adotta la strategia che preferisce. È vero, è uno sport/rievocazione piuttosto pericoloso.

Tuttavia mi permetto di dissentire in maniera TOTALE da chi dice che si tenta di uccidere l’avversario o cavolate del genere, è vero che è facile farsi male, ma se accetti le condizioni lo fai a tuo rischio e pericolo e spesso ho visto video in cui alla fine i team si abbracciano, per cui la rivalità è puramente sportiva a mio parere. Per esempio Ieri sera a Fermignano (PU) abbiamo presentato la nazionale italiana e abbiamo invitato come ospite il capitano della squadra spagnola che è stato con noi fino a questa mattina; ok forse i russi saranno un po’ più freddi, però affermare che provano ad ucciderti mi sembra davvero esagerato. E soprattutto non date retta a chi dice che i combattimenti dell’HEMA sono per fighette… Purtroppo ci sono persone che si montano la testa e poi credono di essere Dio o l’invincibile Hulk e di conseguenza pensano di poter dire ciò che vogliono riguardo argomenti che non conoscono nemmeno. Vi assicuro che non sono e non siamo tutti così! Ci sono anche veri “cavalieri”, che praticano il loro Hobby/sport con umiltà e dedizione senza montarsi la testa.

Il Battle of the Nations è stato ideato dall’ “Association of Historical Reenactors of the Middle Ages” ed è una manifestazione a scopo sportivo e rievocativo. La maggior parte delle squadre ha armature e armamenti del XIV e XV sec. Ogni team deve prendere in esame un periodo storico ben preciso(per esempio fine XIV sec) ed essere il più filologico possibile. 

Riportiamo qui alcuni dettagli forniti da Aimone di Nimes, Capitano della Nazionale Italiana nel 2013:

il regolamento del BotN prevede un’armatura che protegga integralmente tutti gli organi vitali e le articolazioni.
Il periodo storico ammesso va dal XIII al XVII secolo, i capi di abbigliamento e i particolari devono essere conformi ad un periodo che sta dentro i 50 anni.
Per la Nazionale Italiana abbiamo un periodo storico compreso tra il 1360 e il 1410, la conformità dei dettagli in un arco temporale di 30 anni.
Riguardo alle armi esiste un regolamento dettagliato e preciso in merito a pesi, dimensioni e tipologie.
Ammesse spade corte e lunghe, falcioni, asce, mazze, bardiche e azze, che non devono avere affilatura e devono essere prive di punte.
Per il regolamento e il tipo di armi, vi rimando a questo interessante articolo: //lastoriaviva.it/hmb-botn-e-il-medioevo-che-non-conoscevi/#Armi ammesse

Magari ti stai chiedendo come aderire?
Contatta il direttivo anche attraverso la pagina ufficiale su Facebook.

 

Maggiori info: //battleofthenations.ua/index.php/abo…he-nations.html
Italian Team: https://www.facebook.com/BattleoftheNations.TeamItaly

 

Contattaci

Per qualsiasi domanda o informazione scrivici, risponderemo nel più breve tempo possibile.

Sending

2018 © Myfacemood Social Network Italiano | Realizzato da  Hogueraweb

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account